Alessano sorge a 56 Km. da Lecce, centro agricolo prospero e rinomato. Dal 1088 al 1463, durante il Principato di Taranto, la cittadina divenne sede di Contea. Fu anche feudo della nobile famiglia del Balzo e in seguito dei Gonzaga e dei Guarini. I Gonzaga nel ‘500 edificarono un palazzo che assumeva il ruolo di una residenza fortificata.
Di essa rimangono tracce solo dell’antico prospetto perché l’intero edificio, nell’arco dei secoli, è stato completamente trasformato. Del ‘500 è anche il Palazzo Sangiovanni che rappresenta una imponente residenza fortificata, mentre l’inizio della fabbrica del Palazzo Pyrrega risale al XVII secolo. Alessano amministra le frazioni di Montesardo, Macurano e la marina di Novaglie. In Alessano, fino alla fine del ‘500, erano presenti circa quattordici edifici sacri tra cui: la Chiesa Matrice, gia’ Cattedrale, riedificata nel XVIII secolo su un precedente edificio medievale, con l’incompleta facciata ottocentesca e all’interno, sull’altare della navata sinistra, un notevole dipinto di scuola caravaggesca, raffigurante Tobiolo e l’Angelo; appena fuori dal nucleo antico, l’antica Chiesa di Sant’Antonio, con all’interno fastosi altari barocchi, e la Chiesa dei Cappuccini, del 1628, con all’interno un monumentale altare in legno intarsiato e intagliato, del XVIII secolo.

Guarda la gallery