Il centro storico di Cetona ha mantenuto intatto il suo impianto medievale: l’abitato si sviluppa intorno ad una collina secondo un sistema di cerchi concentrici che seguono la disposizione in tre anelli delle mura. La parte sommitale è occupata dalla Rocca, residuo del più antico castello medievale. La grande piazza rinascimentale, inconsueta per una tale tipologia di abitato, costituisce l’ingresso scenografico al borgo fortificato. La presenza dell’uomo nel territorio di Cetona, durante la preistoria, è documentata quasi ininterrottamente dal Paleolitico medio (50.000 anni da oggi) fino a raggiungere la massima espansione demografica nella media età del bronzo (XVII – XIV sec. a.C.). Nelle epoche successive avvenne un lento e progressivo spopolamento della zona di Belverde, occupata in precedenza, con lo spostamento in siti a quote più elevate. A casa Carletti e sulla vetta del Monte Cetona sorsero insediamenti fortificati allo scopo di controllare le sottostanti vallate e di permettere lo sfruttamento dei pascoli in altura.Continua a leggere nell’approfondimento.

Guarda la gallery