Pieve del Grappa è un comune della provincia di Treviso nella zona del Veneto ed è stato istituito nel gennaio del 2019 attraverso la fusione dei comuni di Crespano del Grappa e Paderno del Grappa. Nel momento della costituzione del nuovo comune, una delle questioni su cui le amministrazioni si sono concentrate è stata la denominazione dello stesso, che in base alle preferenze dei cittadini avrebbe dovuto chiamarsi “Montegrappa“. Questa scelta suscitò però non poca contrarietà tra gli enti limitrofi, che ritenevano inopportuno utilizzare il nome del monte per indicare solo uno dei comuni che lo comprendevano.

Il comune si compone di due zone: una posta a nord che comprende l’area montuosa del massiccio del Grappa e una a sud in cui si possono trovare i vari centri abitati.

La zona più a nord è costituita dalle pendici centro-meridionali del massiccio e da alcuni rilievi orientali come il monte Boccaor, il monte Meatte e la cima della Mandria. Nello stesso territorio si trova la parte superiore delle valli del Mure, di Archeson e di Archeset, che scendono verso la valle del Piave. La zona a sud è invece composta da una buona parte pianeggiante ed una che presenta una certa pendenza man mano che ci si avvicina verso le Prealpi e include alcuni modesti rilievi collinari. Pieve del Grappa, come ogni centro che si rispetti, accoglie vari punti di interesse storico-culturale tra i quali spiccano il Duomo di Crespano, dall’imponente struttura neoclassica e sede di un vicariato della diocesi di Padova, e la Chiesa Parrocchiale di Paderno del XVII secolo, dedicata all’Annunciazione. Oltre agli edifici sacri, è presente il Museo storico della Grande Guerra, situato al secondo piano del Palazzo Reale e pieno di reperti che raccontano la vita quotidiana della comunità locale ai tempi della guerra.

Guarda la gallery